Aggiornati su questo blog tramite una mail!

sabato 9 luglio 2016

Roberto Diso, l'uomo che sa disegnare tutto.


Salute.
Quando, nel 1983, e io ero un ragazzino di 10 anni, uscì in edicola un episodio di "Mister No" intitolato "Il Fantasma dell'Opera", vidi un pugno di tavole che non avrei più dimenticato.
Il suo autore era un romano come me, Roberto Diso.
Cosa c'era in quelle tavole? Nulla di particolare, se le avesse disegnate qualcun altro: una giovane donna bionda, una cantante lirica cui lo sceneggiatore della storia, Tiziano Sclavi, aveva chiamato Maria Arghidas, cammina in un cimitero, vestita a lutto; ha lunghe gambe affusolate fasciate da calze nere con la riga dietro, un vestito morbido che l'avvolge facendo immaginare la morbidezza della sua pelle, delle sue curve.
Cammina. La vediamo da dietro, di lato. La vediamo camminare.
Non ho più visto un personaggio di un fumetto camminare con tanto fascino e sensualità.
Da allora non ho smesso di seguire la carriera eccezionale di questo disegnatore, scoprendo che è a suo agio in ogni ambiente, in ogni contesto, con i personaggi più disparati.
Così, quando i soliti amici della C'Art Gallery di Roma hanno deciso di dedicare a questo maestro una lodevole iniziativa con catalogo annesso, non mi sono lasciato sfuggire l'occasione di rifarmi gli occhi!
Avevo già incontrato e avuto il piacere di parlare in diverse occasioni con Roberto, scoprendo un uomo garbato e disponibile coi suoi fan, come soltanto i grandi sanno essere.
Direi di non perdere altro tempo in chiacchiere, le fotografie che ho scattato col mio telefono valgono più di ogni recensione:
Non male vero? :) I più sfegatati lettori del Pilota non avranno faticato nel notare che alcune delle opere originali appese alle pareti (tutte rigorosamente in vendita presso la galleria) sono tratte dalle più belle storie del personaggio!
Ieri, alla prima della mostra, era presente l'artista, che ha firmato il catalogo in vendita (ne vedete la bella copertina in apertura di post) oppure i vari sketch. 
Per informazioni su questo disegnatore credo sia d'obbligo linkare la pagina della Sergio Bonelli Editore dove trovate tutte le informazioni, vecchie e nuove: http://www.sergiobonelli.it/news/roberto-diso/9289/Roberto-Diso.html .
Nel corso degli anni, dicevo, ho potuto avere alcune sue opere che fanno bella mostra di sé sulla parete del mio studio, tutte autografate e con dedica. Mi piaceva farne vedere qualcuna: 
Vi ricordo che la mostra è visibile fino a fine luglio, ecco alcuni link utili per chi fosse interessato: 

"Mister No" e "Tex Willer" sono personaggi della Sergio Bonelli Editore, detentori di tutti i diritti.
Infine, le cover di quella bellissima storia di Sclavi / Diso con il quale ho aperto il post, che troverete ristampata la prossima settimana in un bel volume da libreria. ;) 
Copertine di Gallieno Ferri!














Nessun commento:

Posta un commento