Aggiornati su questo blog tramite una mail!

martedì 2 giugno 2015

Nera d'Inchiostro 2015. Resoconti e riflessioni sulla mia prima apparizione "d'autore".

E così, amici, anche questa esperienza é andata a fare massa con le altre che, passo dopo passo, costruiscono la tua vita.
Sono stati tre giorni intensi, sorprendenti, palpitanti.
Sono sempre stato un autore schivo (tra gli altri difetti), e qualcuno - ahimé- talvolta ha finito per scambiare questa mia attitudine con la propensione a essere snob.
Così, la prima volta che sono stato contattato per questa manifestazione, nel lontano febbraio, ho risposto subito di no.
Che ci vado a fare?, ho pensato, io non sono buono a mettermi in vetrina. Non saprei neppure rispondere a una semplice domanda: "Di cosa trattano i tuoi libri?"
Ritengo che tutti ne possano parlare tranne chi li ha scritti. I libri sono fatti di sensazioni, emozioni, atmosfere e tanti altri ingredienti che, per un autore, sono difficili da condensare in poche parole dette in piedi mentre attorno c'é un via vai di persone.
O, almeno, io non ne sono capace. Aggiungeteci che non amo stare troppo a lungo fermo nello stesso posto e il gioco é fatto.
Oggi, a bocce ferme, seduto dietro al mio pc, devo dire di essere stra contento di aver cambiato idea.
Mi sono divertito, i libri sono andati ogni più rosea aspettativa e vi sono stati accadimenti che porterò a lungo nella memoria.
Di Narni vi ho parlato spesso, é un posto splendido che vale la pena visitare anche se non vi fossero eventi in programma (e d'estate ve ne sono! Oh, se ve ne sono!), facilmente raggiungibile da tutta Italia e immersa nel verde.
Giovanna e Mauro hanno fatto il possibile, e diciamo che non sempre le istituzioni gli hanno agevolato la via.
Vabbé, bando alle ciance!
Non starò qui a farvi una telecronaca di questi tre giorni, le maratone con annessi resoconti di quello che si é mangiato o indossato non mi interessano.
Nera d'Inchiostro era piena di autori.
Piena, eh. E non di secondo piano. (Ehm, forse qualcuno di terzo piano c'era, ma ora non può rispondere perché sta pigiando i tasti di questo Mac! 0_o ); per farvi un'idea dei disegnatori e degli sceneggiatori eccezionali che erano presenti vi lascio il sito ufficiale, così potrete farvi un'idea:
http://giovannadeglinnoce.wix.com/neradinchiostro
A questi aggiungete ospiti saliti a sorpresa e avrete modo di capire l'intensità di questi incontri! Come ogni mostra "piccola" che si rispetti, per l'appassionato era facile raggiungere e scambiare due chiacchiere in rilassatezza con qualcuno dei suoi beniamini. Le manifestazioni di questo tipo a misura d'uomo sono le migliori!
Io ero allo stand con uno scrittore (Valerio la Martire) e un disegnatore di fumetti (Spectrum l'Imbrattacarte), che hanno fatto un ottimo lavoro: sia come allestimento dello stand, sia come organizzazione! Anzi, li ringrazio perché non sempre sono stato fisso al mio posto, come avrei dovuto e loro si sono mostrati estremamente comprensivi.

Per il resto, ringraziando Dio, di pause ve ne sono state poche: proiezioni, dibattiti, incontri. Mai come in questa occasione ho potuto ammirare con calma il lavoro di professionisti esemplari e poter mettere la mani su opere originali che arricchiranno la mia casa:

Dall'alto verso il basso: Cosimo Ferri, Daniele Bigliardo, Moreno Chiacchiera, Marcello Mangiantini, Michele Rubini!
Mi sono inoltre portato a casa libri, art book, stampe. Non mi posso lamentare!
Vorrei rubarvi ancora qualche secondo per i ringraziamenti.
La maggior parte delle volte sono stucchevoli, lo so, ma quando sono sinceri, credo, un pò meno.
Comincio con tutti coloro sono venuti ad acquistare una copia del mio libro: grazie. Sul serio.
Grazie anche a coloro si sono avvicinati per chiedere, curiosare, conoscere. Mi ha fatto piacere.
Degli artisti presenti vorrei fare un ringraziamento cumulativo, per evitare di dimenticare un nome e fare così una magra figura: ci avete trattati come "pari", e ciò é stato straordinario. L'umiltà e la gentilezza appartengono ai grandi.
A Giovanna e Mauro per l'impegno profuso (beh, Giovanna s'é impegnata un pò di più! :D): invitare a un evento così un autore indipendente non è da tutti.
Ai miei compagni di stand, per aver avuto pazienza con le mie stranezze.
Al personale di Palazzo Eroli, dove era allestita una parte di Nera d'Inchiostro, per la gentilezza e la disponibilità.
A Silvia, Paola, Vittorio e Umberto: salire per venirci a trovare, superando la pigrizia di Vittorio (ben nota), é stata una bella prova di amicizia.
A Marcello: lui sa perché.
Alla gentile signora che ha apprezzato i miei disegni: per fortuna non si era guardata in giro!
Ad Alberto, per avermi messo in contatto con Bigliardo.
A Lola per la stima, del tutto ricambiata.
A Stefano, per avermi ricordato la proiezione del suo film: mi sono divertito!
Ecco, se ho dimenticato qualcuno é solo perché sto ancora dormendo e non per altro.

E ora? Si riprende la vita di sempre, e se un domani dovessero invitarmi ancora da qualche parte...
Beh, é un'ipotesi improbabile ma...ci penserei!
E' davvero tutto.
Grazie ancora e alla prossima!

P. s.
Ricordo che sono ancora disponibili copie del mio ultimo libro, "Che l'inverno ti sia lieve" (poche) e "Ironsword, la trilogia", che potete richiedere direttamente a me, oltre che attraverso i canali di vendita più volti elencati.
Ciao!

Nessun commento:

Posta un commento