Aggiornati su questo blog tramite una mail!

giovedì 20 settembre 2012

Work by night.

Altre sessioni di scrittura notturna.
Anche da questa foto si evince come il clima sia tranquillo, ovattato, ideale per scrivere senza interruzioni, senza distrazioni.
E' quasi rilassante!

8 commenti:

  1. Per me, il momento migliore per scrivere è il mattino... le idee corrono veloci e le dita viaggiano allegre sulla tastiera. Di notte sento il peso della giornata sulle spalle e il cervello appende un bel "do not disturb" quando intendo bussare alla sua stanza... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensavo nella stessa, identica maniera! Poi, in un certo periodo nel quale ho sofferto di insonnia, cominciai a scrivere di notte: ciò mi aiutò a distendere i nervi e a raccogliere meglio le idee.
      Ricominciai anche a dormire, sperando che i miei lettori non accusassero medesimo risultato davanti ai miei scritti...

      Elimina
  2. Sì, però...
    Attento alle spalle! :-D

    io penso, a meno che non lo si faccia per mestiere per cui è necessario darsi un rigore, sia bello scrivere quando viene la voglia, che sia di mattina che sia di notte.
    (avrei potuto scrivere sia sia di mattina sia sia di notte ma ho preferito evitarvi questa orrida ripetizione)
    oppure
    sia sia a casa mia, sia sia a casa di zia
    oppure sia sia a casa di maria sia sia a casa di lucia purché una delle due me la dia...
    Forse a ragione Baltorr è meglio scrivere di mattina... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io...credo che dovrò riflettere su questo post di Guitar Jim! 0_o

      Elimina
  3. anche perché ho scambiato Simone con Baltorr :-D
    è che volevo abbassare il livello della conversazione, cosa che mi riesce naturale.

    RispondiElimina
  4. Ah, non sapevo si parlasse di cose "alte", qui dentro! :-D

    RispondiElimina
  5. ho scritto anche (h)a senza acca! 0_o

    RispondiElimina