Aggiornati su questo blog tramite una mail!

lunedì 30 luglio 2012

Tewen Lacrima dell'Ovest.

Ho finalmente utilizzato uno dei fogli "speciali"! Quello tedesco, per la precisione (andare a vedere penultimo post per dettagli)...che dire? Disegnarci sopra é una meraviglia! La matita e la china scorrono dolcemente e l'inchiostrazione avviene in maniera perfetta e pulita, l'inchiostro viene subito assorbito dalla carta, che è morbidissima.
Il personaggio che ha fatto le veci della musa è la mia elfo Tewen!

domenica 29 luglio 2012

La scelta della carta é una cosa importante!

Spesso noi autori per diletto amiamo scegliere il giusto pennino, la gomma più affidabile, la matita perfetta.
E' giusto, sacrosanto.
Spessissimo, però, finiamo per trascurare quello che sta alla base di ogni tavola o disegno (in ogni senso):
La carta!
Se usi la matita o la china, il pennello o un Copic, il tipo di carta varierà a seconda del nostro stile o della nostra tecnica.
Sovente, infatti, lasciamo che il nostro strumento tracci segni su carta comune (quella più utilizzata é quella da fotocopie!) ignorando che invece tutta la realizzazione finale verterà sulla scelta della carta.
L'intero segno tracciato cambierà radicalmente in base al supporto utilizzato.
Ho ricevuto in regalo ieri (grazie Spectrum!) due tipi di carta diversissimi tra di loro, eppure egualmente efficienti: la tedesca Schoellershammer (da me già utilizzata in passato) e la Copic, nata per colmare i bisogni degli usufuitori del noto pennino da manga*.
Disegnare su questi fogli é tutta un'altra cosa, provare per credere.
E c'é anche più gusto! Scegliamo, insomma, la carta su cui andremo a lavorare con estrema attenzione, godremo così ancor di più del nostro amato hobby!
*Occorre valutare con cosa si disegna, che tipo di inchiostrazione si utilizza...ogni tipo di carta risponde ai nostri fabbisogni, e un buon commerciante di belle arti può venirci in aiuto in caso di dubbio.


martedì 24 luglio 2012

Paolo Eleuteri Serpieri

Finalmente, dopo tanto rincorrere, ho avuto modo e piacere di conoscere e scambiare quattro chiacchiere col Maestro Serpieri, autore di pregevoli storie Western e di un cult dell'erotico / avventuroso / fantascientifico che é la sua eroina più nota, Druuna.
Di tutto ciò vi ho già raccontato nel post sulla "fiera western" svoltasi recentemente in Umbria. Qui vi mostro solo i cimeli, seppur non avuti nello stesso giorno!
Ciò che racconta può piacere o meno, ma che sia uno dei grandissimi del fumetto mondiale...beh, qui c'é davvero poco da discutere!


domenica 22 luglio 2012

Collana lezioni di fumetto.

Da Brindisi a Stano, da Nolitta a Villa, Diso, Milazzo, Gibbons, Gipi, Mastantuono, Ferri, Ziche e via con i migliori disegnatori e sceneggiatori in circolazione; questa collana della Coniglio Editore, di cui ho accennato tempo addietro, entra di diritto nella categoria "cimeli" dato che ho avuto l'opportunità di conoscere quasi tutti gli artisti elencati e che ognuno di loro ha lasciato sui volumi una dedica, una firma, un disegnino che conservo gelosamente!

sabato 21 luglio 2012

Go Nagai.

Un autore che indubbiamente ha rivoluzionato i gusti dei lettori (e degli spettatori!) di tutto il mondo é indubbiamente Go Nagai; per i 30 anni di Goldrake ebbi la fortuna di assistere alla sua conferenza in quel di Napoli, e in seguito di ricevere alcuni disegni (di cui parleremo) e un DevilMan autografato, che vi mostro sopra.

venerdì 20 luglio 2012

Un professore davvero speciale!

Sono un vecchio fan di Roberto Vecchioni, da almeno 20 anni. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e di vederlo in un paio di occasioni (ricevendo, come potete vedere, una dedica su un 33 giri e su un Cd):
Il Professore é un uomo all'altezza del grande artista che é: gentile, educato, disponibile. Non manco mai quando viene nella mia città a presentare qualcosa.
Sono incontri bellissimi, non capita tutti i giorni di stringere la mano ed esprimere la propria gratitudine a qualcuno che rappresenta così tanto per te.
Come avrete capito, da oggi nasce una nuova "rubrica" in questo blog che - intitolata "CIMELI" - racconterà le persone, gli artisti e i personaggi che ho avuto il piacere e l'onore di incontrare e conoscere di persona.

giovedì 19 luglio 2012

Tra venticinque ore...

Tra venticinque ore circa (non so di preciso l'ora in cui sono venuto al mondo) sarà il mio trentanovesimo compleanno.
Nulla di eclatante, verrebbe già da dire; pardon, scrivere.
Disegno alla buona, scrivo così e così, sono stato un discreto giocatore di calcio.

Alla buona.
Così e così.
Discreto.

E stiamo parlando di tre mie grandi passioni! Dico io: non potevo nascere come tutti, con UNA qualità che fosse però omogenea e brillante? Chessò, un ottimo chef (che va tanto di moda in tv), un buon ragioniere, un grande portiere di condominio, un onesto impiegato delle poste?
No.
So che non é la data per un bilancio, gli esegeti delle statistiche dicono convintamente che bilanci e relative crisi si fanno al compimento dei trenta!
Sarà.
Io, in effetti, non ho né voglia di fare bilanci né farmi venire crisi. Fa troppo caldo.
 Rivelerò però di non essere troppo in vena neppure di festeggiare.
Festeggiare che, poi, se son reduce da un paio di annetti disastrosi e negli ultimi mesi non ho combinato nulla di buono? Pensate che il mio compleanno, sabato, é stato scavalcato da un bambino che é nato quasi una settimana prima! Che roba, eh? Fregato da un lattante appena venuto al mondo! Non sapete di che parlo? Di preciso neppure io. Diciamo che é una storia un pò lunga da raccontare! Ma prima o poi...
Sarà colpa del mio carattere, che diversi grilli parlanti non fanno che ricordarmi quanto sia fallace; beh, non che abbiano tutti i torti, naturalmente: sono incazzoso, polemico, permaloso, pedante, logorroico, monomaniaco su diverse cose, schizzinoso, voto a sinistra, soffro pure di colite.
Ho provato a difendermi affermando, non senza un fondo di assoluta verità, che oltre questi miei poco edificanti aspetti si cela una persona vera e cristallina, del tutto incapace di fingere, neppure quando farlo gli gioverebbe assai.
Oh, se gli gioverebbe!
Sono fatto così: quello che uno conosce é quello che sono. Tutto lì, senza altri aspetti nascosti o segreti. Se non suonasse di un retorico orrendo, scriverei "sincero".
Beh, non che la difesa abbia sortito un qualche effetto, of course! La faccenda del "sii te stesso" o "sei un ragazzo vero", specie se proferito da persona in possesso di un paio di tette, funziona quasi sempre solo in un telefilm.
Brindiamo pure, allora: agli amici andati via per sempre, alle volte in cui torni a casa a piedi e ti chiedi perché, al senso delle cose che ti ostini a cercare, a quello straccio di ideale che ancora ti tieni stretto in tasca, alle cose belle della vita; che una volta ti fanno piangere, quella dopo ridere. Alla ragazza di scuola che non si é mai voltata a guardarti ma che ancora ti viene in mente, alle persone che hai incontrato per poco, vissuto ancor meno, ma che ti hanno riempito l'anima.

Infine, ultimi ma non ultimi, a voi, che sarete pure quattro gatti ma avete seguito la roba che ho scritto o disegnato senza lagnarvi troppo.
A voi.
Un inchino e un sentito ringraziamento.




domenica 15 luglio 2012

Banner!

Da non equivocare con il noto Bruce, che diviene verde quando si arrabbia.
Trattasi qui di un carinissimo banner per questo blog che l'amica Miliel ha creato; si può usare per scambiarci link o per spernacchiare l'autore in totale libertà.
A risentirci!

giovedì 5 luglio 2012

Cover

Ironsword non é di buon umore! Io neppure, dato che le ombre sul viso del personaggio non sono azzeccatissime. Il disegno, matita più china, é stato rimaneggiato per provare a farne una cover.