Aggiornati su questo blog tramite una mail!

mercoledì 11 aprile 2012

La Ballata del Cammino Lontano

Scritto nel 2003, questo libro rappresenta l'antitesi di "Carne umana"; là c'era negatività, pessimismo, livore esistenzialista; qui si respira un'aria più ottimista, più combattiva, più ribelle.
Mi piace raccontare sempre lo stesso aneddoto creativo: avevo deciso di allargare i miei orizzonti, mandando definitivamente in pensione Ironsword, che fin lì era stato uno dei miei personaggi più rappresentativi: avevo in testa un altro personaggio da disegnare o da scrivere, quindi pensai bene di realizzare "La Ballata" come storia finale della Grande Morte Bianca.
Pagina dopo pagina, però, mi resi conto che ero entusiasta, che il personaggio aveva ancora molto da dire e che la notizia di un romanzo incentrato su di lui aveva acceso interesse e passione nei miei amici. Ne venne fuori, probabilmente, uno dei migliori Ironsword mai visti! All'uscita del libro (sempre Lulu Press), riuscii a vendere quanto "Carne umana": il personaggio non era affatto finito!
Andò talmente tanto bene che pochi mesi dopo venne inserito nella libreria di Amazon dandomi parecchie soddisfazioni. Aldilà del personaggio protagonista, il resto del "successo" (per modo di dire, s'intende!) resta uno dei grandi misteri del cosmo: é pieno zeppo di refusi e di errori e resta "grezzo" come la maggior parte della mia produzione dell'epoca.
Tant'é.
Un'altra storia che non mi stanco mai di raccontare é questa: avevo mandato lo scritto a diverse case editrici (come si usa fare), la prima che mi aveva risposto era una piccola casa editrice di Bologna; dopo diverse settimane di tira e molla (gli editori si fanno sempre attendere e desiderare!) ero riuscito a parlare con il gran capo (una donna) che mi aveva confermato l'interesse per il libro, sarei dovuto andare a Bologna per discutere i dettagli e firmare il contratto; l'unica condizione insindacabile era però una: tagliare l'incipit del romanzo, che iniziava in maniera piuttosto violenta. C'erano altre cose "cruente" che non si sposavano con la loro linea editoriale, ma quella iniziale era una cosa sulla quale non sarebbero passati sopra.
Bene, dopo una rapida riflessione risposi di no.
A distanza di anni, molti tra coloro che hanno letto "La Ballata" mi dicono che la scena iniziale (che rifiutai di tagliare) é la parte che più li ha colpiti facendoli continuare nella lettura!
Il libro potete trovarlo qui:
http://www.lulu.com/shop/search.ep?type=&keyWords=La+ballata+del+cammino+lontano&x=0&y=0&sitesearch=lulu.com&q=

La trama del romanzo:
A causa di un sanguinario rituale che vide protagonisti dei maghi e dei nobili di Lakebeach, un terribile demone sotto spoglie umane viene liberato incautamente seminando morte e contagio in diverse regioni conosciute. I colpevoli del varco dimensionale decidono di rintracciare l'unico oggetto in grado di rimandare il mostro nell'originario piano dimensionale, un ciondolo che un halfling ha nascosto chissà dove.
A capo della disperata spedizione viene chiamato il più controverso guerriero della storia: Ironsword, la Grande Morte Bianca.

Nessun commento:

Posta un commento